Di cosa parliamo quando parliamo di sviluppo organizzativo?

Qui di seguito elenco una serie di temi che possono essere presi in considerazione per provare a dare una definizione organica di cosa possiamo intendere quando parliamo di sviluppo organizzativo:

  • consulenza strategica: progettazione, valutazione e miglioramento di mission, vision, obiettivi, strategie, politiche e modelli di governance aziendale.

  • Revisione dei processi: progettazione, valutazione e miglioramento continuo dei processi aziendali.

  • ottimizzazione delle strutture organizzative: progettazione, valutazione e miglioramento continuo di organigrammi, ruoli e mansioni.

  • qualità e orientamento al cliente: implementazione e certificazione sistemi di gestione qualità ISO 9001, valutazione della soddisfazione del cliente e formazione sull’orientamento al cliente, implementazione e monitoraggio processi di miglioramento continuo, Six Sigma, Lean management, implementazione sistemi di gestione della qualità secondo il modello del Total Quality Management.

  • sviluppo delle risorse umane: implementazione, monitoraggio e miglioramento di sistemi di ricerca e selezione, valutazione e miglioramento di posizioni, prestazioni e potenziale, analisi dei fabbisogni e formazione del personale e del management aziendale e percorsi di carriera.

  • formazione per lo sviluppo delle competenze tecniche ed organizzativo-relazionali; lavoro di gruppo e gruppi di lavoro, leadership situazionale, problem solving, comunicazione aziendale, processi decisionali, condivisione delle conoscenze, orientamento al cliente, gestione per obiettivi (MbO), gestione dei collaboratori.

  • gestione del processo di passaggio generazionale d’impresa: dal punto di vista degli aspetti organizzativi, psicosociali ed economico-finanziari.

  • responsabilità sociale d’impresa: bilancio sociale ed implementazione e certificazione di sistemi di gestione secondo le norme SA8000 ed ISO 26000.

  • gestione del cambiamento: analisi e interventi formativi ed organizzativi per lo sviluppo della cultura aziendale, riprogettazione e ridefinizione delle strutture e delle modalità di funzionamento organizzativo esistenti, in concomitanza di processi di trasformazione aziendale (implementazione di processi di innovazione tecnologica ed organizzativa, diversificazione dei settori produttivi e lancio su nuovi mercati, internazionalizzazione, ridimensionamento aziendale, esternalizzazioni, merge & acquisition, ristrutturazioni aziendali e processi di riconversione).

  • monitoraggio e miglioramento delle performance aziendali: dal punto di vista dei risultati economico-finanziari e sociali (soddisfazione dei lavoratori, dei clienti e degli stakeholder).

  • Marketing e comunicazione interna ed esterna: analisi di mercato, pianificazione commerciale, sistemi di CRM, analisi e sviluppo dell’immagine aziendale.

  • analisi delle reti sociali: per un’analisi delle strutture di relazioni informali che sostanziano il funzionamento organizzativo, attraverso la metodologia della Social Network Analysis (SNA), finalizzata alla mappatura del flusso delle informazioni, dei processi di lavoro e della gestione della conoscenza nelle imprese, finalizzata allo sviluppo di strategie di potenziamento del funzionamento organizzativo.

  • sviluppo del benessere organizzativo: analisi di clima, valutazione dei rischi psicosociali ed interventi di miglioramento organizzativi e formativi, progettazione e miglioramento dell’ergonomia aziendale e di sistemi di welfare aziendale, sviluppo della cultura della sicurezza sul lavoro, attraverso interventi formativi ad hoc sugli aspetti psicosociali ed organizzativi della stessa e l’implementazione di appositi sistemi di gestione (INAIL e OHSAS 18001).

  • coaching aziendale: per lo sviluppo delle potenzialità individuali e di gruppo volte al raggiungimento degli obiettivi personali, di gruppo ed organizzativi.

  • counselling aziendale: per lo sviluppo del benessere nei contesti lavorativi, dei processi di comunicazione interna, motivazionali e di miglioramento della qualità del lavoro e la gestione di situazioni conflittuali e di disagio.

  • consulenza psicosociologica: interventi sulle dinamiche intra e inter gruppo, i vissuti, le emozioni, le rappresentazioni reciproche rispetto a obiettivi, strategie, strutture e modalità di funzionamento organizzative, finalizzate allo sviluppo di una maggiore capacità di analisi e problem solving secondo un approccio volto ad integrare le dimensioni cognitive ed affettive del funzionamento organizzativo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.